Storia di un melo.

d5980d6917e3c574af60b61446fd777b.jpg

Uno dei tanti frutti che contraddistingue l’autunno è certamente la mela.

Ce ne sono di tantissime varietà in circolo, nuove e antiche. Abbiamo nel giardino di fronte casa,quello del pozzo, un vecchissimo melo, di quelle gialle.

cb92fd6d899884ddce635c4bc97bd26f.jpg

Ogni anno lo vedo sempre di più andare in disgrazia. Lo scorso anno il freddo inverno lo aveva pressoché decimato. Mio marito ha provato a potarlo drasticamente e lui è risuscitato ,ma per metà. Ecco che così proprio davanti all’ingresso si presenta tutto storto e mozzo.

cf9f7b2e7041016a6838bb8b39068511.jpg

Eppure non ho il coraggio di sradicarlo: quando vedo quei fiori meravigliosi bianchi e rosa fare capolino, mi incanto sempre a guardarlo.

Poi con l’estate cadono le foglie e le mele vengono intaccate da tutti gli insetti del pianeta.

E tutti quelli che passano da casa mia lo guardano inorriditi.

Ma penso proprio che continueranno a vederlo finché non sarà lui a decidere di che morte morire.

018f01a70a1b88185d024137972a7fac.jpg

La mia cara nonna Angela un giorno di tanti anni fa,mi disse , non so il perché, che i meli vecchi sono preziosi, da accudire. Ce ne sono pochi e fanno casa.

Ed è proprio così. Non mi interessa avere una casa perfetta e finta, voglio una casa piena e calda. E il melo ne fa parte.

Buon autunno a tutti!

009748a82651fc2dcb2f7548ffc71189

 

 


TORTA SALATA D’AUTUNNO

(ricetta di Csaba Dalla Zorza)

2o5j6027

Per 3 – 4 persone
250 g di farina bianca
125 g di burro
¼ di cucchiaino di sale
1 uovo, leggermente sbattuto
1 mela gialla, abbastanza grande
¼ di zucca mantovana
1 piccola cipolla bionda
25 g di burro, fuso
2 rametti di timo fresco
sale marino
pepe nero, macinato al momento
2 cucchiai di salsa di senape tradizionale (con i grani)
1 fetta di formaggio erborinato (io ho usato lo Stilton)

Prepara la pasta brisé. Metti in una ciotola la farina e il sale, poi aggiungi il burro tagliato a cubetti, tenendolo il più freddo possibile. Lavora l’impasto con le mani in modo energico, ma velocemente. Più il burro si scalda, peggio è. Otterrai dapprima un composto secco bricioloso, poi una palla di pasta soffice e omogenea. Se dopo 5 minuti la brisé è ancora troppo secca, aggiungi 1 cucchiaio scarso di acqua ghiacciata, la metterà a posto.

Avvolgi la palla in un foglio di pellicola alimentare e mettila in frigorifero a riposare per 1 ora circa, in modo che si rapprenda abbastanza da essere stesa con il mattarello.

Prepara il ripieno. Lava la mela e tagliala a spicchi, ricavandone 16 in tutto ed eliminando il torsolo (ma non la buccia). Taglia anche la zucca a spicchi, eliminando la buccia. Cerca di ottenere delle fettine di zucca grandi quanto quelle di mela. Pela la cipolla e tagliala a spicchi grandi anch’essi come quelli di mela.

Metti tutto in una ciotola, aggiungi il burro fuso e il timo e mescola per ricoprire bene la verdura, infine sala e pepa leggermente.

Riscalda il forno a 190°C. Stendi la pasta sopra un grande foglio di carta forno, usando un mattarello. Ricava un cerchio con i bordi frastagliati, poi spennella la superficie con la salsa di senape. Trasferisci il foglio di carta forno su una teglia e riempi la superficie con la verdura, alternando le fette in modo casuale e avendo cura di lasciare liberi 2 – 3 cm dal bordo.

Ripiega il bordo su se stesso e spennella la pasta con l’uovo sbattuto.

Inforna e cuoci per circa 45 – 55 minuti, sino a che vedrai che la verdura inizia a caramellarsi un po’ e la pasta si dora. 5 minuti prima del termine della cottura, aggiungi lo Stilton a cubetti. Poi togli dal forno, lascia raffreddare 10 minuti, poi cospargi con altro timo fresco, se vuoi. Puoi servire questa galette sia tiepida che fredda.


TORTA DI MELE DI CSABA

(ricetta di Csaba della Zorza)

Italy - Tuscany

Per 1 torta da 12 fette
1,5 kg di mele renette
2 uova intere
1 bicchiere di zucchero
1 ½ bicchiere di farina
1 bustina di lievito in polvere
½ bicchiere di panna fresca, liquida
3 cucchiai di zucchero a velo
burro e farina per lo stampo

(il bicchiere è da circa 200 ml)

Imburra uno stampo rotondo del diametro di circa 22 centimetri e accendi il forno a 180°C. Lava e asciuga le mele, poi sbucciale e tagliale a spicchi non troppo sottili (circa 8 – 9 spicchi da ciascuna mela andrà bene). Tienile da parte e prepara intanto la farina, setacciando il bicchiere e mezzo con il lievito per dolci, su un piatto.

In una ciotola abbastanza grande, monta a nastro le uova con lo zucchero, usando un frullino elettrico. Quando sono ben gonfie e spumose inizia ad aggiungere la farina e il lievito, versando un po’ alla volta e incorporando con una spatola per non creare grumi. Per ultima aggiungi la panna liquida fresca, versandola a filo e mescolando delicatamente con la spatola.

Metti due terzi delle mele nello stampo. Versa l’impasto per coprirle bene, poi distribuisci sulla superficie le mele rimaste. Copri con un foglio di stagnola e inforna sul ripiano centrale per 1 ora, poi togli la torta dal forno, scoprila e lasciala raffreddare per 30 minuti prima di sformarla sul piatto da portata. Cospargila con lo zucchero a velo solo quando è abbastanza fredda.


IL MIO ARROSTO DI MELE

478x318xArrosto-alle-Mele.jpg.pagespeed.ic.XzskgCfA5S.jpg

(foto tratta da pinterest)

800 grammi di lonza di maiale

3 mele Golden belle succose
1 noce di burro
tre quarti di cipolla bianca
mezzo bicchiere di vino bianco secco
olio extravergine d’oliva
sale ,rosmarino,salvia e timo tritati
1 bicchiere di brodo vegetale

Prendere il pezzo di lonza e massaggiatelo con sale e  gli aromi freschi tritati.
In una bella pentola capiente ( o nella pentola a pressione, come faccio io)mettete qualche cucchiaio di olio e il burro e fate sciogliere a fuoco vivace.
Adagiare la lonza e rosolarla alla perfezione da ogni lato, cercando di girarla delicatamente per non bucarla (io ho usato due cucchiai)..in questo modo si sigillerà per bene e i succhi resteranno all’interno.
Questo per una decina di minuti…una volta rosolata, sfumare col vino bianco a fiamma vivace.
Far evaporare l’alcool, poi aggiungere la cipolla tagliata a spicchi e le mele, pelate, detorsolate e fatte a spicchi.

Dopo aver fatto insaporireil tutto per qualche minuto aggiungete il bicchiere di brodo.
Mettere il coperchio, abbassare la fiamma e cuocere per circa un’oretta ( 40′ con la pentola a pressione)
Una volta cotto il tutto, ho spappolato quel che rimaneva delle mele e della cipolla, creando una salsetta deliziosa, che poi ho messo sopra le fette di carne al momento di servire.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...